Tu sei qui:HomeAteneoPresidio della Qualità di AteneoPRODID

Progetto PRODID - Preparazione alla professionalità docente e innovazione didattica

Il Presidio della Qualità dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in collaborazione con la rete ASDU (Associazione Italiana per lo Sviluppo della Didattica, dell'apprendimento e dell'insegnamento in Università), ha organizzato il 27 e 28 giugno 2017 il convegno:"Ricerca e formazione per lo sviluppo professionale della docenza universitaria: un approccio di sistema", nel corso del quale sono state presentate le risultanze della sperimentazione "PRODID – Preparazione alla professionalità Docente e Innovazione Didattica" (2015-16), incentrata sulle tematiche della professionalità docente e dell'innovazione didattica.

Locandina27web

Locandina28 web

 

 

corsi di studio>.png  La sperimentazione PRODID 2015-16

Avviato dall'Università di Padova nel 2014, in collaborazione con il Gruppo nazionale QUARC_Docente, il progetto PRODID si è posta l'obiettivo di costituire e sviluppare strategie di sostegno alla professionalità docente, nella logica di un progressivo miglioramento dell'attività didattica e dell'insegnamento.

L'Università di Bari aderisce a questa sperimentazione a febbraio 2016 con il primo e principale intento di condurre un'analisi di contesto utile ad identificare pratiche, credenze e bisogni dei docenti del nostro Ateneo.

Le ragioni della partecipazione di UNIBA alla sperimentazione

La partecipazione alla sperimentazione consente di :

  • effettuare per la prima volta una indagine su pratiche, credenze e bisogni dei docenti e delineare un quadro complessivo della professionalità docente dell'Ateneo barese.
  • individuare eccellenze che possano servire anche per estrapolare modelli di buone pratiche
  • individuare criticità e mettere a punto azioni di supporto e/o miglioramento
  • programmare e sviluppare in forma mirata opportuni percorsi di aggiornamento della professionalità docente ed avviare significative esperienze di innovazione nel campo della didattica universitaria.


Come si svolgerà la sperimentazione

L'indagine si svilupperà attraverso la somministrazione via mail di un questionario, che è articolato in 4 parti: Pratica didattica, Bisogni, Aspettative, Passione dei docenti.

A chi si chiederà di partecipare

Partecipano i docenti strutturati dell'Ateneo che hanno svolto un minimo di 20 ore di didattica nell'a.a. 2014-2015.

Fasi della sperimentazione

Fase 1. Pretest: sulla popolazione docente individuata secondo i suddetti criteri, sarà selezionato un campione casuale che riceverà per mail la richiesta di partecipare al test a partire dal 20 aprile.
Questa fase servirà a testare lo strumento d'indagine e la funzionalità tecnica del sistema.

Fase 2. Somministrazione questionario: il 15 giugno maggio sarà inviata per mail a tutta la popolazione docente individuata la richiesta di partecipare alla sperimentazione compilando il questionario. I docenti potranno compilarlo fino al 18 luglio.

Fase 3. Analisi e pubblicizzazione dei risultati: entro la fine di settembre 2016 i risultati dell'indagine saranno presentati in forma anonima ed aggregata.

Il gruppo di lavoro è stato istituito con D.R.428 del 22/02/2016.

Azioni sul documento
Pubblicato il: 29/04/2015  Ultima modifica: 05/10/2017